(RINVIATA) Martedì 20/10 h. 18:00 – “Il volo della libellula” di Maria Lidia Petrulli in “Dialoghi di Carta”

rinviataLa presentazione prevista per il 20 ottobre è stata rinviata.
Appena disponibile comunicheremo la nuova data


Martedì 20 ottobre 2020 alle ore 18:00 – nella Sala Eleonora, in via Falzarego 35 a Cagliari

il Centro di Documentazione e Studi delle Donne di Cagliari in collaborazione con la Fabbrica Illuminata all’interno della rassegna letteraria Dialoghi di Cartail volo della libellula copertina

presentano il libro

Il volo della libelluladi Maria Lidia Petrulli – Edizioni Ensemble SRLS, 2019

Dialoga con l’autrice Carla Fonzo, CDS Donne

_________________________

Maria Lidia Petrulli (Roma, 1957) vive a Quartu Sant’Elena, in Sardegna. È medico psichiatra e psicoterapeuta. Fra le sue pubblicazioni, la trilogia fantasy Il volto segreto di Gaia e la saga per ragazzi Emilie Sanslieu; il fantasy storico Sotto le colline d’Irlanda; il noir Il collezionista di clessidre e l’antologia La bambina che voleva essere trasparente, vincitrice del premio Il Litorale 2015. Il volo della libellula ha vinto il premio Graffiti Narrativa ed è stato finalista dei premi letterari Kobo Writing Life 2017 (sezione inediti), Como Poesia 2019 e Ioscrittore 2018. 

Sinossi

Amélie, restauratrice dal singolare talento, vive incollata alla sua borsa salvavita piena di compresse, garze e ammennicoli vari che le permettono di arrivare sana e salva in ospedale nel caso si senta male. Soffre di bulimia e attacchi di panico, oltre a essere ipocondriaca. Gli attacchi di panico le permettono di percorrere un solo tratto di strada, quello fra casa sua e il luogo di lavoro.

Alberto è un avvocato, altezzoso e insoddisfatto, che ritiene gli altri, in particolare “le donne della sua vita”, causa dei suoi mali.

Giulia, insicura e timorosa, è un ingegnere alle prese con importanti scelte professionali che potrebbero finalmente dare una svolta alla sua carriera e alla sua vita.

Le trame corrono in parallelo finché Alberto trova in biblioteca il diario di Bartolomeo Ciolo, che parla del proprio rapporto con Leonardo da Vinci e il suo ultimo capolavoro, il San Giovanni Battista. A questo punto le tre storie convergono, sviluppandosi all’interno di un giallo psicologico che non si svelerà sino alle ultime, imprevedibili, battute, rivelando ai protagonisti importanti verità.

Nel romanzo vedremo come Alberto possa evolvere psicologicamente sino a diventare uno stalker, la cui vittima è Giulia. Il romanzo segue la trasformazione psicologica di entrambi nel corso degli eventi.

Di centrale importanza nell’economia del romanzo sono quindi la piaga dello stalking, come ci si arriva; il disagio psicologico secondario a una società troppo competitiva.

La storia sottolinea anche l’importanza del passato per trovare risposte ai problemi del presente, nonché quella della creatività, motore che può trainare ognuno di noi fuori dall’impasse di un momento difficile.

La figura di Leonardo da Vinci è centrale nel romanzo, ma non per il genio che è stato, piuttosto per la sua profonda umanità, come maestro di vita.

 

RINVIATO INCONTRO di Giovedì 5 marzo ore 18.00 – “Paolina era la madre di Giulia” di Clara Murtas e Bruna Milia

bannerPaolina

Progetto BIXInAU – Biblioteca Casa di Quartiere

Giovedì 5 marzo 2020 alle h. 18.00 nella Sala Eleonora d’Arborea del Polo Bibliotecario Falzarego 35, il Centro di Documentazione e Studi delle Donne in collaborazione con la Circola nel Cinema Alice Guy per Contus de Bixinau

presentano il libro e il documentario

Paolina era la madre di Giulia  di  Clara Murtas

Incontro con Clara Murtas in conversazione con Pia Brancadori, come prima attività dei Contus de Bixinau del quartiere di Sant’Avendrace.

Il documentario, realizzato nel 2015, si ispira all’omonimo testo scritto nel 2012 da Bruna Milia, scrittrice illetterata e poeta, nel quale racconta la vita della madre e la sua nei quartieri popolari dalla fine degli anni ’20 in poi.

Sarà l’occasione per raccogliere testimonianze, racconti, memorie, fotografie ecc. di tutti coloro che vorranno partecipare, contribuendo alla costruzione dei Contus de Bixinau.

Sinossipaolinaeralamadredigiulia

Protagoniste di questo documentario sono mia madre, scrittrice illetterata, la sua vita e la sua scrittura. L’intervista avviene nella sua casa, ed all’esterno, nel parco di Monte Claro dove tutti i giorni va per incontrare gente alla quale recita e regala le sue poesie.
Cominciò a scrivere quando le morì una figlia neonata con la quale iniziò un dialogo in un quaderno segreto, che io e mia sorella andavamo di nascosto a leggere. Quando diventai adulta, la incitai a scrivere la sua autobiografia. Così nacque il libro “Paolina era la madre di Giulia”. Il documentario parla della nostra complicità letteraria ma racconta anche del particolare rapporto tra mia madre Bruna (nel romanzo Giulia) e sua madre Vincenza (nel romanzo Paolina). [C.M.]

Trailer

Scheda del film

Regia: Clara Murtas
Con: Clara Murtas e Bruna Milia
Soggetto: Clara Murtas
Sceneggiatura: Clara Murtas
Musiche: Gustavo Gini
Montaggio: Antonello Zanda, Marco Veloce, Marco Angius
Fotografia: Alessandro Macis
Produttore: Clara Murtas e Marco Veloce
Anno di produzione: 2015
Durata: 19′ 52”
Tipologia: documentario
Genere: biografico/sociale
Paese: Italia
Produzione: Murtas/Veloce
Distributore: n.d.
Formato di proiezione: HD, colore
Titolo originale: Paolina era la Madre di Giulia

 

Sabato 1 febbraio h. 18:00 – Marta Vespa “Il penultimo treno della sera” Osservatorio di poesia sarda e italiana

BANNER

Sabato 1 febbraio 2020 alle ore 18:00 nella Sala Eleonora D’Arborea in via Falzarego 35 a Cagliari, il Centro di Documentazione e studi delle donne, all’interno dell’Osservatorio della poesia sarda e italiana,

presenta la raccolta poetica

MARTA VESPA, Il penultimo treno della sera, NOR, 2019

Introduce
Giovanna Caltagirone

19.12.2019 – Valentina Neri “Cagliari. Poesie e filastrocche per grandi e piccini” Osservatorio di poesia sarda e italiana

Giovedì 19 dicembre 2019 alle ore 18:00 nella Sala Eleonora D’Arborea in via Falzarego 35 a Cagliari, il Centro di Documentazione e studi delle donne, all’interno dell’Osservatorio della poesia sarda e italiana, presenta

VALENTINA NERI, Cagliari. Poesie e filastrocche per grandi e piccini, Arkadia, 2019

PRESENTAZIONE
Giovanna Caltagirone

READING
Valentina Neri

 

BANNER

Valentina Neri

Cagliaritana, laureata in Storia dell’Arte, ha coordinato la segreteria del Premio Letterario “Francesco Alziator” e organizzato diverse manifestazioni di interesse culturale (“Leggere l’arte”, “Incontri d’autore” e le prime due edizioni del “Salone del libro sardo”). Esordisce nel 2007 con la raccolta poetica Il Domatore. Nello stesso anno riceve una menzione speciale per le sue poesie al Premio “Città di Cagliari”. Nel 2008 ha pubblicato la raccolta poetica Belle Davvero e realizzato una mostra recital dal titolo Dive, le più belle donne del Novecento. Sempre nel 2008 è stata presidente di giuria del Premio letterario per racconti e poesie “Io donna”. Nel 2010 ha realizzato la mostra “Francesco Alziator. L’Uomo e il suo tempo”, di cui ha curato, nel 2011, il catalogo. Nel settembre 2012 si è classificata seconda al Premio di poesia “L’Incontro di ieri e di oggi”, la cui giuria è stata presieduta da Alberto Bevilacqua. Ha fondato l’associazione culturale “Mescolarte” ottenendo vasti consensi per l’originalità degli eventi creati che coinvolgono luoghi e tematiche insolite. Nel 2013 pubblica con Arkadia Editore il romanzo Le donne di Balthus. Nel 2015 esce, sempre per Arkadia, la raccolta poetica Voli inVersi, con una prefazione di Davide Rondoni e una postfazione di Maria Teresa Marcialis.

[dal sito Arkadia Editore]

13.12.2019 “Dire Dio nella lingua materna” Luisa Muraro con Lucia Vantini

Venerdì 13 Dicembre 2019 alle ore 18:00 nella Sala Eleonora D’Arborea in via Falzarego 35 a Cagliari, il Centro di Documentazione e studi delle donne presenta il libro

Dire Dio nella lingua maternaLuisa Muraro con Lucia Vantini
Editrice Il Margine, 2018

Introduce

Annalisa Diaz Centro di Documentazione e Studi delle Donne

Intervengono

Lucia Vantini Coautrice filosofa teologa
Maria Giovanna Piano Responsabile Centro Studi e Ricerche IFOLD

BANNER

6.12.2019 – Alessandra Fanti “Storie esemplari” – Performance

Venerdì 6 dicembre 2019 alle ore 18:00 nella Sala Eleonora D’Arborea in via Falzarego 35 a Cagliari, il Centro di Documentazione e studi delle donne, all’interno dell’Osservatorio della poesia sarda e italiana, presenta

ALESSANDRA FANTI, Storie esemplari, Edizioni Ensemble, 2019

Introduce Giovanna Caltagirone

PERFORMANCE “La gentilezza non è più una virtù

Intervengono

Alessandra Fanti poeta

Marco Maxia musicista (chitarra e voce)

Giuseppe Boy poeta attore performer (regia e voce)

Banner 6.12.19

Alessandra Fanti Laureata in Scienze Politiche, ha pubblicato nel 2017 la sua prima raccolta poetica Emersioni per La Vita Felice Edizioni. Storie esemplari è la sua seconda raccolta di poesia.

26.11.2019 “Genesis XVII/2 2018 Per Anna Rossi Doria”. Sarà presente la curatrice Paola Stelliferi

Martedì 26 novembre 2019 alle ore 17:30 nella Sala Eleonora D’Arborea in via Falzarego 35 a Cagliari, il Centro di Documentazione e studi delle donne presenta la rivista della Società Italiana delle Storiche (SIS)

Genesis XVII/ 2, 2018 Per Anna Rossi Doriaa cura di  Vinzia Fiorino e Paola Stelliferi, Viella libreria Editrice

Saluti di Annalisa Diaz, Centro di Documentazione e studi delle donne

Intervengono

Paola Stelliferi, Società Italiana delle Storiche – Università di Padova

Laura Pisano, Storica

Rita Sanna, Insegnante CIDI di Cagliari

BANNER

Paola Stelliferi è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università degli studi di Roma Tre e insegna Storia delle donne e di genere all’Università di Padova. È stata Visiting Scholar presso il Columbia Center for Oral History Research. Fa parte del direttivo della Società Italiana delle Storiche. È autrice di Il femminismo a Roma negli anni Settanta. Percorsi, esperienze e memorie dei collettivi di quartiere (Bononia University Press, 2015).

Anna Rossi Doria 1938-2017

25.11.2019 “Vivere con Barbablù. Violenza sulle donne e psicoanalisi” di (e con) M.C.Barducci, B.Bessi, R.Corsa

Lunedì 25 novembre 2019, alle h. 18.00, nella Sala Eleonora D’Arborea in via Falzarego 35 a Cagliari, il Centro di Documentazione e studi delle donne presenta il libro

“Vivere con Barbablu. Violenza sulle donne e psicoanalisi” di Maria Cristina Barducci, Beatrice Bessi, Rita Corsa
Edizioni Magi, 2018

Introduce

Annalisa Diaz – Centro di Documentazione e Studi delle donne

Intervengono

Maria Cristina Barducci – Coautrice, psicologa analista

Antonina Serra – Psichiatra psicoterapeuta

BANNER


La rappresentazione letteraria della violenza sul corpo femminile. Una questione di genere, non letterario
di Giovanna Caltagirone

21.11.2019 – “Riprendersi la vita. Dieci scritti di politica con le donne” di N. Livi Bacci

Giovedì 21 novembre 2019, alle h. 18.00, nella Sala Eleonora D’Arborea in via Falzarego 35 a Cagliari, il Centro di Documentazione e studi delle donne presenta il libro
Riprendersi la vita. Dieci scritti di politica con le donne di Nicoletta Livi Bacci
(Le Lettere 2019)

Introduce

Annalisa Diaz – Centro di Documentazione e Studi delle donne

Intervengono

Piera Codognotto – Rete Lilith

Pia Brancadori – Insegnante

Il libro raccoglie dieci testi di Nicoletta Livi Bacci, fondatrice della Libreria delle donne di Firenze e dell’Associazione Artemisia–Centro donne contro la violenza, dell’Associazione nazionale DiRe – Donne in Rete contro la violenza, della quale per 20 anni è stata animatrice.

BANNER

Leggere donna – Recensione