Il prestito è libero e gratuito. Tutto il patrimonio è ammesso al prestito escluse le opere di sola consultazione, i periodici e le Tesi di laurea.
Possono essere presi in prestito fino a 2 volumi per la durata massima di 30 giorni con possibilità di proroga per altri 15, tranne il caso in cui l’opera sia stata prenotata da altra/o utente.
Nel caso di mancata restituzione delle opere in prestito, l’utente riceverà un avviso dopo 10 giorni (telefono/mail). Dopo il 3° avviso si verrà escluse/i dal prestito per 3 mesi.
Chi non restituisce o danneggia l’opera presa in prestito è tenuta/o a fornire alla Biblioteca una nuova copia o, se impossibilitata/o, a rifonderne il corrispettivo valore corrente.
Per le opere in prestito interbibliotecario la Biblioteca è autorizzata a richiedere che venga versato quanto speso per le pratiche di spedizione.
E’ consentita la riproduzione di documenti della biblioteca non ammessi al prestito qualora il documento e le condizioni lo consentano, nel rispetto della vigente normativa sul diritto d’autrice/autore. La riproduzione è consentita esclusivamente all’interno del Centro e dietro rimborso delle spese.
E’ a disposizione delle/degli utenti un registro di “desiderata” per segnalazioni bibliografiche.