27.03.2021 h. 11 – Inaugurazione mostra “The Consequences” di Stefania Prandi – Teatro Massimo, Cagliari. RINVIATA

Il 27 marzo 2021, presso lo spazio espositivo MGallery del Teatro Massimo, in occasione della Giornata Mondiale del Teatro, inaugura alle ore 11

The Consequences
Mostra fotografica di Stefania Prandi

a cura di Emanuela Falqui

foto Stefania Prandi

La mostra è in collaborazione con la Collettiva Le Infestanti, il Centro Antiviolenza dell’Unione Comuni d’Ogliastra, il Centro di Documentazione e Studi delle Donne di Cagliari, la Circola nel Cinema Alice GuySardegna Teatro Dry-Art

I casi di femminicidio sono notevolmente aumentati durante il lockdown, i giornali parlano di un caso ogni due giorni. Se si considera che questi omicidi avvengono tra le mura domestiche, si conferma che la violenza di genere è, prima di tutto, un fenomeno intrafamiliare e che ci tocca molto da vicino. Nonostante questo, ci sentiamo spesso distanti da queste storie, come se riguardassero solo la sfera privata degli altri. 

La mostra fotografica di Stefania Prandi nasce a seguito di un’indagine durata tre anni, che ha raccolto, attraverso le parole dei familiari, le storie di donne uccise per mano di mariti, ex fidanzati, padri, o che sono sparite. Un lavoro che mette al centro l’ascolto, accoglie la rabbia, il lutto ma anche la forza di chi porta avanti le battaglie, dentro e fuori i tribunali, per restituire dignità a queste donne, perché oltre alla verità processuale esiste anche quella storica. 

Le fotografie, accompagnate dalle testimonianze, ricostruiscono i ricordi facendo emergere il vero significato dell’affetto e del rispetto verso le persone care, contro la retorica di una cultura che mette sullo stesso piano l’odio, la gelosia, il controllo, il potere, come manifestazioni secondarie e naturali dell’amore. 

Un incontro di sguardi e di fiducia in cui i familiari consegnano il loro vissuto alla fotografa che, con delicatezza, crea un immaginario intimo, di grande intensità psicologica e profondamente incisivo, allontanandosi dalla spettacolarizzazione del dolore alla quale siamo abituati per lasciare spazio alla riflessione.

Trenta ritratti colmano l’assenza di queste donne, grazie a chi non si arrende; ma sono anche un invito ad avvicinarci e ad adottare queste storie come nostre, e per le quali tutte e tutti possiamo fare qualcosa per evitare che ancora accadano. 

[Emanuela Falqui]

Stefania Prandi

Giornalista, scrittrice e fotografa, ha realizzato reportage e inchieste in Italia, Europa, Africa e Sudamerica. Si occupa di questioni di genere, lavoro, diritti umani, ambiente e cultura. Tra le sue collaborazioni: Il Sole 24 Ore, National Geographic, Radiotelevisione svizzera, El País, Al Jazeera, Correctiv, BuzzFeed. Nel 2018 ha pubblicato il libro Oro rosso. Fragole, pomodori, molestie e sfruttamento nel Mediterraneo (Settenove) e nel 2020 Le conseguenze. I femminicidi e lo sguardo di chi resta (Settenove). Ha vinto numerosi riconoscimenti internazionali e premi come Volkart Stiftung Grant, Henri Nannen Preis e Otto Brenner Preis.

La mostra, allestita presso lo spazio espositivo MGallery del Teatro Massimo, viale Trento 9 – via De Magistris 12, sarà visitabile
il 27 e il 28 marzo dalle 11 alle 20
e successivamente fino al 14 maggio con i seguenti orari:

lunedìvenerdì, dalle 10 alle 18
sabatodomenica, dalle 16 alle 19

Per la prenotazione del biglietto grauito:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-the-consequences-146915146157

Si prega di controllare nel sito del Teatro per qualunque variazione negli orari, nelle date e nei programmi annunciati.

https://teatromassimocagliari.sardegnateatro.it/

24 marzo 2021 h 16.00 – “Donne (in)Visibili” – Evento on line

“Donne (in)Visibili. Il punto di vista di genere nel documentario delle donne. Un confronto aperto

locandina Donne (in)Visibili

24 marzo 2021 ore 16,00

Un seminario promosso in streaming da ALEF Associazione Leadership Empowerment Femminile ASP e GIULIA Giornaliste con l’adesione di AAMOD Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, ISTITUTO LUCE CINECITTA’, SNGCI Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani.
Segui su Mymovies Live
vai al link e prenota il posto per il seminario e la proiezione
https://www.mymovies.it/…/mymo…/movie/donne-in-visibili/

Per maggiori informazioni: https://www.facebook.com/events/158373649368837

Lunedì 8 marzo h. 18:00 “Gramsci e le donne. Gli affetti, gli amori, le idee” di (e con) Noemi Ghetti

Secondo appuntamento della Rassegna della Scuola di cultura politica Francesco Cocco “Cento anni dopo, il lascito di Gramsci, Lussu, Laconi, Melis” dedicata al centenario della fondazione del PCd’I e del Psd’Az nel 1921.

Lunedì 8 marzo alle ore 18:00

presentazione del libro di Noemi Ghetti, “Gramsci e le donne. Gli affetti, gli amori, le idee” – Donzelli editore, 2020.

copertina Gramsci e le donne

Oltre all’autrice, interverranno Rita Sanna, Maria Teresa Lecca, Antonio Dessì, Giovanna Caltagirone, Michela Lippi, Benedetta Pintus. Letture di Cristina Maccioni.
Diretta video sul canale YouTube della Scuola di Cultura Politica Francesco Cocco. Sul canale YouTube e sul profilo FB della Scuola di cultura politica Francesco Cocco saranno possibili interventi e commenti in diretta e in differita.

Locandina presentazione Gramsci e le donne
Vai al Canale YouTube della diretta

Premio “Paola Bora” per tesi di laurea e dottorato, scadenza 31 dicembre 2020

L’associazione Casa della Donna di Pisa, in occasione dei propri 30 anni, bandisce, con il sostegno della famiglia e delle figlie di Paola Bora e dei Comitati Unici di Garanzia per le Pari Opportunità (Cug) della Scuola Normale Superiore, dell’Università di Pisa, della Scuola Superiore Sant’Anna e col patrocinio della Società Italiana delle Storiche, la prima edizione del Premio “Paola Bora” da assegnare a tesi di laurea e a tesi di dottorato (Ph.D.) dedicate alle tematiche di genere.

Il Premio vuole ricordare la figura di Paola Borapresidente della Casa della donna dall’aprile 2011 fino alla sua scomparsa avvenuta il 24 gennaio 2015. Paola Bora, oltre che attivista femminista, è stata docente di antropologia filosofica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e di antropologia di genere presso l’Università di Pisa. Nella vita e nello studio ha saputo coniugare pensiero teorico e pratica politica con uno sguardo sempre attento al nuovo.

Bando e altre info

Il video sul fondo archivistico LDF Libreria delle donne di Firenze (Archivissima 2020)

LDF Il Fondo archivistico della Libreria delle donne di Firenze è inventariato e consultabile presso l’Archivio storico del Comune di Firenze

La Libreria delle donne di Firenze è stato un luogo attivo dal 1979 al 2018 nella cultura femminista italiana e internazionale.

I materiali documentari e archivistici dell’ente sono confluiti in 4 sedi diverse e vi è una mappatura che da conto di ubicazione e consultabilità.

Altri luoghi di conservazione del fondo della Libreria delle donne sono : Associazione Fiesolana 2b,  Biblioteca delle Oblate e Camera del Commercio.

Guarda il video

Archivia 2020 – La Notte degli Archivi (podcast)

La Libreria delle Donne di Firenze è su Wikipedia

 

Sabato 22 Agosto h 21.30 a Galtellì – Spettacolo teatrale “Andando via” regia di Giuditta Sireus

IG-01 (1)

Sabato 22 agosto ore 21.30 all’Anfiteatro Comunale di Galtellì, debutterà lo

spettacolo teatrale “Andando via” con la regia di Giuditta Sireus.

Omaggio a Grazia Deledda, nato in seno al progetto omonimo per celebrare Maria Lai e la scrittrice Premio Nobel a cui l’artista ha dedicato la sua ultima opera pubblica. Nove donne nate dalla sensibilità di Grazia Deledda prenderanno vita dagli arazzi che riproducono l’ultima opera pubblica di Maria Lai.

Con la sceneggiatura originale di Neria De Giovanni – massima esperta di Grazia Deledda, sulla quale ha pubblicato numerosi saggi –, e la regia di Giuditta Sireus – ideatrice dell’intero progetto – lo spettacolo “Andando via” si appresta al debutto grazie alla collaborazione del Comune e della Pro Loco di Galtellì.

L’ingresso è libero e gratuito

Comunicato stampa

Giovedì 20 agosto h 18,30 – Presentazione di “L’estate della mia rivoluzione” di Angelica Grivel Serra

angelica ig

Giovedì 20 Agosto alle ore 18.30 a Villacidro, presso l’ex Mulino Cadoni, via Lavatoio 1

all’interno del progetto “Libri a passeggio”Itinerari letterari emozionali alla scoperta della Sardegna, il Club di Jane Austen Sardegna organizza la presentazione del libro

L’estate della mia rivoluzione” di Angelica Grivel Serra

Dialoga con l’autrice Giuditta.

 

Club di Jane Austen Sardegna

FB: Club di Jane Austen Sardegna – Circolo Letterario Femminile